FOLLOWERS del mio blog

martedì 20 settembre 2016

Wedding decorations: tilda bride dolls

Un'altra bella coppia di sposi Tilda 
pronta per rendere speciale ed esclusivo
un giorno importante.

Ho preparato un album fotografico
per presentarveli.




Il modello che la sposa ha scelto
per il suo abito è una mezza sirena
a cui ho aggiunto degli inserti di pizzo.


 I tagli verticali slanciano la figura 
e danno volume all'abito,
e con il velo ho completato il suo look


Per un servizio fotografico completo
sapete dove ho portato gli sposi??
.....ma nel bosco naturalmente.....


Il regalo di questi sposi è stata una sorpresa speciale!!

Grazie alla complicità della madre 
che mi ha girato le foto dello sposo 
alle prove con l'abito, ho potuto personalizzarlo
per renderlo più somigliante possibile a lui.



Sono diventata una vera sarta!!!, 
il taglio impeccabile assicura una linea perfetta,
pantalone,  gilet grigio in tono con la cravatta
e giacca nera.
Un vero figurino!!





La sposa ha un'acconciatura raccolta
da un morbido chignon
dove ho inserito delle roselline fatte a mano
e dei boccoli arricciati ai lati del viso.


In questa foto si vede bene il vestito dietro
impreziosito da un nastrino,
amo curare tutti i particolari
per rendere speciali e uniche queste bambole.


Qui i particolari dello sposo.


Cosa ne dite sono o no una bella coppia questi sposi Tilda???



 Un abbraccio, Gabry.






lunedì 12 settembre 2016

Astuccio personalizzato con nome

Un nuovo anno scolastico è iniziato,
qui da noi con una stupenda giornata di sole,
vi mostro dei simpatici astucci che ho personalizzato con il nome.


Sono in similpelle
molto pratici da tenere puliti
e utili per tenere in ordine il vario materiale scolastico
che i bambini devono avere in cartella,
colle forbici ecc.


ho disegnato e ritagliato il nome
con della similpelle di un colore a contrasto
che ho abbinato alla cerniera.


Per cucire le scritte ed eseguire al meglio le impunture sulla similpelle 
è indispensabile avere una macchina con il triplice trasporto.


E una bella stoffa per la fodera interna
che serve per nascondere le cuciture.



 Ad alcuni ho aggiunto anche un mollettone
per poter appendere l'astuccio alla cartella.


Buon inizio settimana a tutti, Gabry

lunedì 5 settembre 2016

Donkey dolls: l'asinello che decise di andare a SCUOLA!!

Oggi incomincio con una storia.....




18 Mar 2016
Un giorno lontano, agli inizi di settembre, un asino, affaticato per il peso della soma che portava in groppa e assetato, andò a bere ad un ruscello e vide molte volpi che correvano tutte in una direzione, con uno zaino sul dorso.
Una di loro chiese all’asino, per prenderlo in giro: “Ascolta, quanto fa uno più uno?”
L’asino, meravigliato per la domanda, rispose: “No, non credo di saperlo! Forse cinque, forse sette, forse tre. Non lo so!”
La volpe saccente scoppiò a ridere: “Ah, ah, ah, ah! Sei proprio un ignorante! Sei buono soltanto a trasportare carichi pesanti!”
Allora l’asino pensò di cambiare mestiere e, per diventare anche lui uno studente, decise di recarsi alla scuola degli animali per iscriversi e frequentare le lezioni. 

Arrivato in segreteria, la segretaria gli chiese:
 “Mi dica il suo nome”. 
“Ciuchetto” rispose l’asino.
“Cognome”.

“De Asinelli”.


“Ok. Venga domani sempre qui e si ricordi di portare il materiale necessario”, puntualizzò la segretaria. 

Così Ciuchetto tornò a casa e si procurò tutto l’occorrente, tranne lo zaino! Allora andò in cantina e trovò un bello zaino, di color blu.

Il giorno successivo andò a scuola e, proprio nella sua classe, c’era la volpe che lo aveva insultato. Si chiamava Pelorosso.


Allora Ciuchetto la sfidò: “Scommettiamo che divento più sapientino di te?” La volpe, molto sicura di sé, accettò dicendo: “Va bene, scommettiamo pure! Se vinci tu, non ti insulterò più, ma se vinco io tu dovrai servirmi e riverirmi!”
“Ok. Ci sto” confermò l’asino.

Il giorno dopo, a scuola, fu interrogata prima Pelorosso e riuscì a superare brillantemente l’interrogazione. 
Poi arrivò anche il turno di Ciuchetto che, non avendo mai studiato e non essendo neanche abituato a studiare come si deve, non era preparato per niente.
Infatti, poverino, non riuscì ad aprire bocca e dovette accettare l’amara sconfitta.
Avendo perso la scommessa, l’asino dovette servire e riverire la volpe per un bel periodo di tempo. 
Successivamente Ciuchetto tornò ad essere un animale da soma e si dedicò di nuovo al trasporto di carichi pesanti.
La favola ci insegna che ognuno si deve dedicare a ciò che sa fare bene.

Bella vero??! 

ho trovato questa favola in rete, era adattissima per questo post!!


Vi invito caldamente ad andare a visitarlo!!
E' un sito dedicato alle scuole e che annualmente
indice un concorso a cui si accede tramite iscrizione.

Le scuole vengono suddivise per categoria,
partendo dalla scuola dell'infanzia, la scuola primaria e la scuola media.

Sul portale troverete i vincitori dei concorsi precedenti
e avrete la possibilità di leggere i racconti
che hanno vinto nelle passate edizioni,
e chissà, magari potreste suggerirlo alle insegnanti del vostro plesso!!

Io ci tornerò di tanto in tanto per proporvi qualche altra storia,
oggi mi è stata utile per presentarvi il ciuchino scolaro
che ho realizzato per Thomas che proprio oggi torna all'asilo!!!
Lui adora i pupazzi e li custodisce gelosamente.

Qui si vedono i particolari del colletto, dei pantaloncini e naturalmente del grembiulino per andare all'asilo!!


Approfitto per augurare a tutti i bimbi 
un Buon anno scolastico!!! 


Un abbraccio, Gabry

martedì 30 agosto 2016

Set asilo

Ciao a tutti,
oggi vi mostro questo set per una bimba che incomincia
ad andare all'asilo.
La nonna mi ha chiesto di personalizzare le bavaglie e gli asciugamani
per Giorgia con il nome ricamato a punto croce 
ed un disegno che servirà per il riconoscimento.


Visto che tutte le bambine amano le fate
sono andata sul sicuro,
gli schemi che ho trovato sono davvero semplici
ma simpatici.





Mi piaceva l'idea di poter variare il disegno,
 pur mantenendo lo stesso soggetto,
la fatina cambia sia nelle pose sia nei colori.

Vi lascio gli schemi che ho scovato
girando su pinterest QUI.





Da questi schemi mi sono ispirata
per fare il sacchetto per l'asilo di Giorgia,
Una fatina birichina con tanto di bacchetta magica. 


Vi spiego come ho fatto:
dopo aver riportato il disegno sulla tela
 ho colorato le parti che mi interessavano
con i colori per stoffa,
ho prima asciugato velocemente con il phon la pittura
poi ho passato il ferro da stiro 
per termofissarla bene.


Per i contorni del disegno ho utilizzato una tecnica,
per me nuovissima ma che da tempo desideravo sperimentare,
il ricamo a macchina a mano libera,
questa tecnica si chiama free motion,
ci consente di ricamare e fare i contorni delle appliquè
si esegue con la macchina da cucire
abbassando la griffe e utilizzando un piedino speciale.
In questo modo con la stessa tecnica ho applicato
vestitino e scarpe.


Questo è il mio primo approccio
quindi manco di manualità sopratutto sulla scrittura,
la prossima volta prometto di spiegare meglio,
a chi ancora non la conoscesse questa tecnica.


Ecco lo zainetto finito, ho abbinato dei colori
che si adattavano al vestitino della fatina
e Giorgia è stata accontentata!!
Questa invece è in lavorazione per Giulia...


Ora però vi faccio vedere
chi è venuto a trovarmi in giardino 
proprio mentre cucivo queste sacche,,,,,


Un grosso ROSPO!!!!
Che coincidenza.... fatine...rospi ....Principesse....
Magari il povero rospo sperava in un bacio
o in un colpo di bacchetta magica 
per potersi trasformare in principe!!


Ma questo non lo saprete mai!!!!

Primo perchè non avevo nessuna intenzione di provare a dagli un bacio!!

Secondo.... ero sola in giardino e a dirla tutta, 
sono molto più strega che fata!!!!

Baci, baci, Gabry.


martedì 23 agosto 2016

Tabloid matrimonio tavoli e cerimonia

Ciao a tutti,
 eccomi di nuovo, dopo la pausa estiva,
per terminare la carrellata
di lavori che ho fatto insieme alla sposa,
...che ha collaborato attivamente!!
per organizzare il suo matrimonio.

Iniziamo?
Ecco il Tabloid che abbiamo realizzato noi,
è in stile shabby chic


la sagoma del tabloid è stata disegnata
e poi ritagliata da un compensato 
e riproduce una pianta
l'effetto shabby è creato con dell'acrilico bianco avorio
caldo ed elegante steso con un pennello piatto
e distribuito in modo trasandato come richiede
lo stile shabby


la struttura è stata poi inserita
in un tronco di betulla
decorato con del muschio e dei fiori di anemone.
Come avrete visto nei post precedenti,
il cuore e l'anemone sono stati utilizzati
anche per le bomboniere.


Per contrassegnare la disposizione dei tavoli
abbiamo appeso delle tags
con l'aggiunta di un cuoricino di gesso
che riporta il numero del tavolo.


Il cartoncino ondulato è la base della tags
che sono state completate con la scritta a mano.
I cuoricini, che abbiamo aggiunto con i nomi degli sposi,
li abbiamo trovati in commercio già pronti
e completano la struttura!


La frase che accoglie gli ospiti alla location:
"Le cose belle iniziano per caso"
è adattissima per questi miei sposi
 amici e compaesani,
  hanno incominciato questa loro storia
proprio così,  per caso.....
D'altronde.... se le cose ce le hai sotto il naso,
perchè andare a cercarle altrove....no???!!


Questi sono i segnaposto dei tavoli
Per la base abbiamo usato sempre la betulla,
tanto lo sposo fa il giardiniere e quindi
il lavoro del taglio l'ha eseguito lui!!

Ci servirà per inserire il sostegno
del nostro segnaposto a forma di cuoricino.


Ho pensato di proporre agli sposi
di mettere le loro foto,
dai primi passi ad oggi,
ripercorrendo così la loro storia.

Ho creato delle cartoline personali
che diventano ancora più speciali con degli aforismi.


Devo dire che il lavoro è stato abbastanza lungo....
trovare la foto giusta, modificarla,
cercare la frase più adatta....
però il risultato mi ha pienamente soddisfatta,
io lo trovo molto originale e come mi aspettavo,
gli ospiti si sono impadroniti delle foto come ricordo!!


Io ho deciso di modificare tutte le foto
nel color seppia o comunque restando
nella scala del grigio.


Un'altra sorpresa che ho proposto
è stata quella di usare le immagini
dei tavoli per creare un album da regalare
ai genitori degli sposi
a cui hanno aggiunto i loro ringraziamenti.



 Questi invece sono i cuori di gesso che contrassegnavano
i posti a tavola degli ospiti.



Altra cosa da preparare
sono stati i libretti della messa.
Siccome il tema scelto è il cuore
anche in questo caso è legato ad un filo
nelle loro mani anche sul libretto!!


Per il lancio del riso abbiamo utilizzato il pizzo di carta,
 fatto con i centrini sotto-torta,
  personalizzato con un nastrino di spago
a cui abbiamo legato il nome degli sposi.



Che altro mi manca da farvi vedere????
Probabilmente qualcosa mi sono dimenticata!!

Bene!! e con questo post ho terminato
la carrellata di lavori fatti
per il matrimonio di Camilla e Matteo,
a cui rinnovo i miei ringraziamenti
per avermi dato la possibilità
di seguirli in questo giorno importante!

Allora che ne pensate??
Sono o non sono una brava wedding planner?
Ahahahah

Vi lascio il link dei post precedenti




Baci, baci,
Gabry 




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...