FOLLOWERS del mio blog

mercoledì 17 luglio 2019

Un quadro originale: Le bagnanti - Tilda dolls

Benvenuti nel mio mondo creativo...

In questo mese di Luglio caldo e pigro
dove la voglia di mare si fa sentire
ho deciso una mattina di fare una tilda beach,
queste "tilda cicciottose" in tenuta da spiaggia
che da tempo avevo voglia di confezionare,
l'idea era appunto di farne una.... ma era troppo simpatica
così ho proseguito....
 finchè mi sono data un ALT.....
(non vi dico la felicità di mio marito!)
 



 
Praticamente mi sono ritrovata 
quattro simpatiche bagnanti "curvy"
a cui dovevo trovare una collocazione!
Da qui l'ispirazione a questo quadro a tema MARE!








Ho utilizzato una vecchia cornice trovata ad un mercatino
che ha dato uno stile shabby a questo arredo originale,
ho completato con il cavalluccio e le stelle marine,
sempre un modello di "tilda",
mentre per le conchiglie ho fatto
dei gessetti di due colorazioni.




Cosa ne dite? piacciono anche a voi?
Farò presto un'altro post 
con la sfilata delle mie bagnanti,
un caldo abbraccio, Gabry.

lunedì 8 luglio 2019

Lenzuolo con l'appliquè.....Quel mazzolin di fiori....

Oggi vi mostro un progetto terminato già da un pò....
aspettavo le belle giornate di primavera per mostrarlo
ma ahimè quest'anno siamo passati direttamente
dall'inverno all'estate e si sa
che d'estate si diventa pigri!!!!
E' uno di quei lavori che stazionavano in un cassetto
in attesa della giusta ispirazione.....
In verità l'ispirazione è arrivata questa primavera
quando sbocciano i tulipani
 uno dei miei fiori preferiti....
frase che dico un pò troppo spesso in verità....
ma come si fa a non amare i fiori!!!!
Comunque, avevo questo lenzuolo che mi è stato regalato,
 è in splendida mussola di cotone con un bordino di pizzo,
solitamente per la biancheria si tende a pensare
ad un motivo ricamato
ma avevo voglia di qualcosa di diverso
ed ho voluto provare ad eseguire
l'appliquè.


Non sono esperta in questo genere di applicazioni
ma essendo un capo che verrà lavato molto di frequente
ho deciso di provare la tecnica dell'appliquè rovesciato,
in poche parole è una tecnica che elimina
la necessità di girare sotto i margini delle cuciture.



Dopo aver deciso il disegno 
e riportato su un cartamodello i vari pezzi da applicare
si cuciono tra loro due forme identiche
quindi si esegue un taglio sul retro 
e si risvolta la nostra forma.




Quindi si prosegue pazientemente a stirare e
posizionare tutti i vari pezzi
del nostro progetto, 
si può procedere all'applicazione
a macchina o a mano,
nel mio caso ho usato il punto dritto.


Ora....prima raccomandazione.....
scegliere un disegno meno elaborato 
sopratutto per iniziare
non sarebbe male.....
seconda cosa che mi sento di raccomandare
per chi si vuole appassionare a questo genere
è il sito di Roberta de Marchi,
adoro questa donna!!!
fa dei video-tutorial bellissimi
e spiega in modo ineccepibile le varie tecniche....
dall'appliquè al patchwork ecc.



Diciamo che c'è margine 
di perfezionamento
ma sono abbastanza soddisfatta,
l'effetto è molto bello e decisamente
colorato!
Non mi resta che salutarvi
con qualche scatto
nel mio bosco...
a presto, Gabry.






mercoledì 22 maggio 2019

Bavaglia con appliqué: A pranzo con l'orsetto

Non importa quanto sia buona la pappa....
una cosa è certa...
 un pranzetto con l'orsetto
è indubbiamente più divertente!
  

Quello che vi posso assicurare
è che non ci sono più i bavaglini di una volta!
almeno sul mio blog.....
e questo super colorato
è uno dei miei preferiti!



Mi ha rammentato una fiaba 
molto bella dove per protagonisti
ci sono proprio degli orsetti....


Fiaba: RICCIOLIDORO

Una volta c’erano tre Orsi che vivevano in una casina nel bosco.
C’erano una volta tre orsi: Uno era Minuscolo, un altro Grande e uno Grandissimo.
Ciascuno aveva una ciotola per la colazione: il Minuscolo ne aveva
una minuscola, il Grande una grande e il Grandissimo ne aveva una grandissima.
Avevano una sedia per sedersi.
Il minuscolo aveva una sedia minuscola, il Grande aveva una sedia grande e il
Grandissimo ne aveva una grandissima. Ed avevano anche un letto per dormire,
il Minuscolo ne aveva uno minuscolo, il Grande ne aveva uno grande e il
Grandissimo uno grandissimo.

Una mattina, dopo aver preparato il latte e averlo versato nelle ciotole,
i tre Orsi andarono a fare una passeggiata nel bosco; aspettavano che il latte
si raffreddasse, perché non volevano scottarsi la bocca. Mentre camminavano
nel bosco, una bambina che si chiamava Riccioli d’Oro giunse alla loro
casa. Guardò prima dalla finestra, poi dal buco della serratura e,
non vedendo nessuno nella casa, fece scorrere il catenaccio ed entrò.
Vide allora la colazione pronta sul tavolo.
Prima assaggiò il latte dell’Orso Grandissimo ma era troppo caldo.
Poi assaggiò il latte dell’Orso Grande ma anche questo era troppo caldo.
Si avvicinò poi alla ciotola dell’Orso Minuscolo e qui trovò che il latte
non era nè caldo nè freddo ma era al punto giusto, così lo bevve tutto.

Poi Riccioli d’Oro entrò nel salotto e vide le tre sedie.
Prima cercò di riposarsi sulla sedia dell’Orso Grandissimo, ma era troppo dura, poi provò la sedia dell’Orso Grande, ma era troppo soffice: la sedia dell’Orso Minuscolo, invece, era quella giusta. Riccioli d’Oro vi si sedette e la sfondò.
Riccioli d’Oro entrò, poi, nella camera da letto e vide i letti dei tre Orsi.
Dapprima si sdraiò sul letto dell’Orso Grandissimo, ma era troppo grande per lei. Poi si sdraiò sul letto dell’Orso Grande ma anche questo era troppo grande. Infine si sdraiò sul letto dell’Orso Minuscolo che non era nè troppo piccolo nè troppo grande, ma era quello giusto. Si avvolse nelle coperte e si addormentò tranquillamente.
I tre Orsacchiotti camminavano già da qualche tempo nel bosco quando, pensando che il latte si fosse raffreddato abbastanza, tornarono a casa per berlo. Riccioli d’Oro aveva lasciato il cucchiaio nella ciotola dell’Orso Grandissimo ed egli lo vide subito.
“Qualcuno ha assaggiato la mia colazione” disse l’Orso Grandissimo con la sua voce grossa e sgraziata.
Quando l’Orso Grande guardò la sua ciotola, vide che nella ciotola c’era il cucchiaio. “Qualcuno ha assaggiato la mia colazione” disse l’Orso Grande con la sua voce grande e forte. Poi anche l’Orso Minuscolo guardò la sua ciotola, vide il cucchiaio ma di latte non ce n’era neanche l’ombra!.

“Qualcuno ha assaggiato la mia colazione e l’ha anche mangiata tutta!” gridò l’Orso Minuscolo con la sua voce minuscola.
Riccioli d’Oro non aveva sistemato bene il cuscino quando si era alzata dalla sedia dell’Orso Grandissimo e, quando egli ritornò nel salotto, se ne accorse subito.
“Qualcuno si è seduto sulla mia sedia!” disse l’Orso Grandissimo con il suo vocione.
Riccioli d’Oro aveva spinto giù il soffice cuscino della sedia grande.


“Qualcuno si è seduto sulla mia sedia!” disse l’Orso Grande con la sua voce grande.
“Qualcuno si è seduto sulla mia sedia e l’ha sfondata!” disse l’Orso Minuscolo con la sua voce minuscola.
I tre Orsi pensarono che sarebbe stato bene guardare in ogni angolo della casa, perciò entrarono in camera da letto.
Riccioli d’Oro aveva messo fuori posto il cuscino dell’Orso Grandissimo ed egli lo notò subito.
“Qualcuno si è sdraiato sul mio letto” disse l’Orso Grandissimo con la sua voce grossa e goffa.
E Riccioli d’Oro aveva lasciato fuori posto il cuscino del letto dell’Orso Grande.
“Qualcuno si è sdraiato sul mio letto!” disse l’Orso Grande con la sua voce grande.

E quando l’Orsacchiottino Minuscolo guardò il suo letto, vide che il cuscino era al posto giusto e che, sopra il cuscino, era appoggiata una testolina bionda.
“Qualcuno si è sdraiato sul mio letto ed ecco chi è” disse l’Orso Minuscolo con la sua voce minuscola.
Quando Riccioli d’Oro udì la voce minuscola dell’Orso Minuscolo, acuta e penetrante, si svegliò immediatamente.
E quando vide che i tre Orsi la guardavano, corse alla finestra e saltò giù.
Non si sa se Riccioli d’Oro trovò subito la strada per tornare a casa e se divenne meno birichina. I tre Orsi, però, non l’hanno più rivista.


Un bacio, Gabry

giovedì 9 maggio 2019

Prima Comunione: Una bomboniera speciale

Anche oggi vi voglio mostrare
le mie ultime bomboniere,
d'altra parte maggio
credo sia per eccellenza
il mese dedicato alle cerimonie religiose,
Comunioni, Cresime, matrimoni....



Sono romantiche e delicate
 queste bomboniere 
create per Sara 
che ha festeggiato appunto domenica
la sua Prima Comunione.

 

Ha partecipato alla scelta dei dettagli
e deciso lei stoffe e colori,
per questo sono  
speciali!


Il pois marrone su tela naturale 
e il rosa tenue.....
 le bellissime stampe di Sarah Kay
che tanto le sono piaciute.

Andiamo a vederle nel dettaglio:


I sacchettini...

 ho usato una stoffa naturale al 100%,
il color avorio si abbina magnificamente al resto,
particolare è il nastro strutturato
con una serie di cuori country.
I colori e lo stile
 sono perfetti per questi portaconfetti.






Le tags

La carta decorata
con le farfalline e la Sarah Kay in preghiera
sono i protagonisti della tags che ho creato.





 Le bomboniere.....

Sono dei cestini porta oggetti
ed al suo interno è stato posizionato
 il sacchettino con i confetti.



Il tessuto rosa ha una lavorazione
 a rilievo con le righe,
per il bordo un lino naturale a piccoli pois marroni.


Il cestino completamente foderato
 è impreziosito
da un fiocchetto di gros grain avorio
ed un bottone "cuore" in madreperla.


E poi abbiamo le stampe su stoffa
di Sarah Kay,
una più bella dell'altra,
quale bambina non sarebbe felice?!!



Questa è la versione con una stoffa differente.


Per completare il tutto
delle magnifiche Peonie rosa confetto
 sono state inserite al loro interno.


Ve l'avevo detto
che era una bomboniera 
SPECIALE!


Un bacio, Gabry.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...