GLI AMICI DELLA FINESTRA SUL BOSCO!

giovedì 26 maggio 2022

H I J K ..... si arricchisce l'alfabeto!

Si arricchisce di nuovi fiori

l'alfabeto ricamato, uno dei miei fiori preferiti

è sicuramente l'Ortensia.

H come Hydrangea


Il nome di origine latina significa

"che cura orti e giardini"

Hidrangea è la derivazione

dalle parole greche

HIDROS (acqua) ed ANGEION (vaso).

Leggende e superstizioni cinesi

dicono che la pianta porti sfortuna,

simbolo di solitudine,

da evitare come regalo a donne in procinto di sposarsi,

queste infatti rischierebbero il divorzio o

peggio la vedovanza.

Il Fengu Shui è una filosofia cinese 

secondo la quale è altamente sconsigliato 

tenere in casa determinate piante "scalognate",

quindi  superstiziosi o meno

il consiglio è quello di cambiare fiore,

l'ortensia la lasciamo in giardino!!!


I come Iris

il suo nome fa riferimento 

alla dea della mitologia greca

"messaggera degli dei" ed era la

personificazione dell'arcobaleno,

il termine Iris viene utilizzato 

per definire l'arcobaleno stesso

e si è poi esteso anche al fiore

che può essere di molti colori,

spesso viola, blu, bianco o rosa,

ma anche arancione e giallo.







Nell'iconografia Cristiana

il numero TRE ricorrente negli Iris

(tre sono i petali in posizione verticale,

quelli girati verso il basso e i boccioli per stelo)

simboleggia la Trinità,

 fede, coraggio e saggezza.

J come Jasmine

Il Gelsomino,

 dalla parola persiana

Yasmin, che significa

"fiore profumato",

è diffusa ancora oggi la credenza

che il paradiso sia

profumato di gelsomino.



Una leggenda narra che la madre di

tutte le stelle, Kitza,

abitante nel regno delle nuvole,

si trovò alle prese con un gruppo 

di stelline che si lamentavano per le loro vesti

non abbastanza  belle e brillanti.

Il re degli spazi spazientito dalle futili proteste

le cacciò dal cielo 

e le scagliò sulla terra lasciando Kitza disperata.

La signora dei giardini, Bersto, si impietosì

decidendo di trasformare le 

stelline cadute dal cielo

in stelline terrene facendo nascere così

i Gelsomini.

K come KAFFIR LILY

in italiano la Clivia,

il nome deriva da una dedica

fatta da un botanico inglese a

 lady Charlotte Florentine Clive,

duchezza di Northumberland.








E con questo concludo con

ABC DEI PUNTI:

punto foglia o punto mosca


Più semplice da fare che da spiegare.

Si parte dalla punta della foglia

facendo un punto lanciato che

dalla punta arriva fino metà foglia.

Si esce poi sulla sinistra del punto appena eseguito

 e tenendo il filo in sospeso

si entra alla destra della foglia (lato opposto)

uscendo con l'ago fino alla base del punto

verticale eseguito all'inizio del ricamo,

formo il cappio tirando il filo e

fissandolo con un piccolo punto centrale

per poi continuare ad aggiungere punti

fino al completamento

della foglia.



Un bacio, Gabry







Nessun commento:

Posta un commento

lascia un commento e dimmi cosa ne pensi!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...